26 Maggio 2020

MADAGASCAR: Quinta SCINTILLA - FUMBA

21-08-2019 12:24 - Ricordi e racconti di viaggio
Monique è una donna fortunata perché è fertile.
Una tradizione della tribù Vezo, loro si definiscono “etnia”, molto sentita, è quella di formare una famiglia numerosa . Si deve tener presente che tra le diverse culture che hanno contribuito a formare le tradizioni di tutte 18 le etnie presenti in questo paese c’è anche quella matriarcale importata da oriente. Questa è certamente superata al giorno d’oggi ma è rimasto un concetto di famiglia più vicino a quello naturalistico che a quello progredito verso un’etica che da noi è ritenuta civile. Penso che sul concetto di famiglia naturale ci sarebbe molto da osservare a cominciare dall’art 29 della nostra bellissima Costituzione. Infatti questo è un argomento di grande attualità ancora molto dibattuto e molto controverso in occidente. La definizione “naturale” di famiglia lascia un panorama talmente ampio di interpretazioni, tutte legittime e tutte possibili perché tutte potrebbero soddisfare i bisogni umani degli individui.
I Vezo e molte altre etnie, ci tengono all’unità della famiglia formata da consanguinei e ci tengono molto allo sviluppo dello stesso nucleo familiare nell’ambito della stessa tribù. Quando i ragazzi sono in età “matura”, qui lo sono verso i 15 anni (uno studio condotto da The Lancet, l’autorevole rivista medica britannica ci rivela da noi si è adolescenti fino a 24 anni !!!!). Sia i ragazzi che “maturano” sia tutti i loro parenti, vogliono essere sicuri che il maschio trovi una moglie che permetta loro di formare una grande famiglia …. ma se la ragazza fosse sterile ???
Se la ragazza è sterile che cosa succede ???
Se la ragazza non può avere figli per qualche motivo, l’uomo non potrà coronare la sua massima aspirazione, il suo grande sogno e quello dei suoi congiunti!
Eventualità non accettabile da queste parti perché su questo sogno non si può transigere, deve essere assolutamente realizzato.
Perciò viene adottata una soluzione molto pratica che non provoca controversie, liti o malintesi tra le parti interessate. Quando due ragazzi si fidanzano, oppure stanno semplicemente insieme, fanno le “prove” e se la fanciulla rimane incinta il ragazzo se la sposa altrimenti lei torna a casa perchè “difettosa” e rimane zitella. Se invece rimane incinta e i ragazzi non vogliono sposarsi per incompatibilità o perché uno dei due ci ha ripensato, lei ritorna dai suoi tanto lei potrà trovare facilmente marito perché “funziona”!!!
Il matrimonio locale di tradizione FUMBA, consiste in una trattativa tra i capi famiglia sulla dote che i ragazzi dovranno portare alla cerimonia nuziale dove dovranno dichiarare l’accordo verbale innanzi alle famiglie riunite. Nulla di scritto, la parola è sacra nell’ambito della tribù … come da noi fino a qualche generazione fa quando si facevano i contratti con una stretta di mano …… adesso che ci siamo “evoluti” non rispettiamo nemmeno gli accordi scritti !!! In caso di separazione la prole rimane al padre salvo diverso accordo. Alcune coppie vanno a celebrare il matrimonio anche in chiesa. In passato andavano solo in quella protestante perché il pastore accettava le ragazze con il pancione. Sembra che il prete cattolico si sia dovuto adeguare alla concorrenza perché nessuno andava più a sposarsi nella sua chiesetta. Di fatto anche se alcuni accettano il cristianesimo lo fanno mantenendo anche l’osservanza delle proprie tradizioni.
Si dice che nelle famiglie più ”liberali”, i genitori della ragazza che sviluppa costruiscano una capannina accanto allo loro per permettere alla figlia di avere incontri intimi e riservati per fare le “prove”; Si sa che tra i vicini di casa ci sono sempre dei maliziosi, non tutti ovviamente ma c’è sempre qualcuno che dice: “… vedi? …. le fanno la capannina così guadagna qualcosa”. Le unioni con membri di altre tribù non sono permessi e in alcuni casi puniti severamente come previsto dal fady. Qui la verginità non è un valore mentre lo è la fertilità e vengono preferite le ragazze con i capelli lisci e la carnagione più chiara. Tutte le donne tentano di schiarire il viso e proteggerlo dal sole spalmandosi una poltiglia gialla che fanno con corteggia di baobab essiccata polverizzata e amalgamata con olio di cocco.
In quattro settimane, escluso un solo caso che ci è capitato a Tananarive, la capitale, non abbiamo visto una persona, giovane, adulto, uomo o donna ad elemosinare o ciondolare per strada con le mani in mano. Ovunque, in riva al mare o ai fiumi, nelle campagne, nei villaggi, nelle risaie, negli stagni, nelle savane, in luoghi sperduti e deserti, tutte le persone che abbiamo incontrato, uomini, donne e bambini, erano impegnate a fare un lavoro, a volte molto umile, pesante e faticoso per campare la giornata. Abbiamo avuto l’impressione che nessuno avesse tempo da perdere e tutti fossero pronti a fare un lavoro qualsiasi. Insomma, ci son sembrati tutti lavoratori.
I piccoli rimangono attaccati alla madre o alla sorellina più grande fino a un paio d’anni. Poi mimano i grandi a fare qualcosa, collaborano con le piccole faccende domestiche dove in famiglia ciascuno ha un ruolo. Le mamme cucinano, le figlie vanno a lavare panni e stoviglie alla riva del fiume o del mare, i ragazzi pescano oppure riparano le reti o la capanna o accudiscono gli animali e gli adulti vanno a procurare il cibo. Già a tre anni sono vivacissimi, attentissimi, vedono tutto e sono già capaci di rendersi utili, sembrano gattini che hanno la batteria a carica perenne.
Al mattino, i bambini più piccoli vanno a prendere l’acqua di mare con una tanica da 40 litri, è più grande di loro, la mettono dentro un bacinella e la tirano con una corda facendola scivolare lentamente sulla sabbia.
Più tardi, dopo la scuola, giocano sulla spiaggia con mini piroghe o corteccia d’albero per mimare i surfisti appena c’è un po’ d’onda. Quando capita, si divertono moltissimo a circondare i turisti che passeggiano sulla spiaggia facendosi fotografare nella speranza di ottenere qualche bonbon. Non chiedono soldi.
Dai 5 anni in su vanno tutti a scuola, chi se lo può permettere va a quella privata cattolica, chi non può va a quella pubblica di Stato dove manca tutto, sedie, banchi, penne, carta e a volte le maestre scrivono coi carboncini sui muri perché non hanno la lavagna.
Quasi tutti i villaggi anche quelli sperduti nel deserto e nelle savane hanno una loro scuolina. Oltre il 70% della popolazione malgascia è sotto il limite di povertà, infatti il paese è tra i più poveri del mondo, ciò nonostante l’alfabetizzazione è vicina all’80 per cento e tutti parlano francese oltre al malgascio.
Le condizioni di vita in estrema povertà, senza le minime condizioni igieniche, la mancanza di medicinali e di cure e le privazioni di cui soffre la gran parte della popolazione permettono a pochi si superare i 50 anni. In dieci giorni di permanenza ad Anakao abbiamo visto solo due persone anziane. Altrettante durante tutto il mese del nostro viaggio.
Tra le altre curiosità locali ne abbiamo saputa una da Dario …….

Segue Sesta SCINTILLA

Ultimo aggiornamento
11:05 25/05/2020
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

statistiche

totale visite
535622

utenti online
1


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Idee e Viaggi e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione è necessario effettuare la registrazione al sito www.ideeeviaggi.it. Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti, iniziative e promozioni del sito Idee e Viaggi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@ideeeviaggi.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/navig/jsp/index.jsp ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è IdeeeViaggi
Via Campo di Marte 5 - Firenze (50137 (FI))
P.I. 03840680486
Tel. 05565560
torna indietro leggi Privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account