26 Maggio 2020

MADAGASCAR: Quarta SCINTILLARAZANA, FADY e OMBIASY

29-07-2019 11:09 - Ricordi e racconti di viaggio
Alcune etnie malgasce hanno tradizioni che noi non esitiamo a definire incivili, da popolo primitivo con liturgie mutuate da altre culture di origini lontane e remote. La loro religione è fondata sulla ferma convinzione della persistenza delle relazioni tra i viventi e i propri antenati ed è un sentimento spirituale comune a tutte le 18 etnie riconosciute nel Madagascar.
Sappiamo che il culto dei morti risale a tempi remoti, ai primordi dell’homo sapiens. Il culto più famoso è quello degli antichi egizi con i loro stupefacenti e complessi processi di mummificazione che ancora non sono stati chiariti del tutto. Anche i greci onoravano i propri defunti. Virgilio ci racconta che Enea versò del vino e pose dei fiori di prato sulla tomba di Anchise.
Molto di più sappiamo delle tradizioni della Roma imperiale dove Ovidio ci descrive le Parentalia, celebrazioni private dedicate ai defunti che duravano fino a nove giorni. Molto sentita era anche il Feralia, il giorno della ricorrenza dei morti. Sembra che una volta, a causa di una guerra i romani non portarono i doni ai defunti così tutti i loro spiriti uscirono dalle tombe vagando inferociti fin quando non furono celebrate le funzioni riparatrici. Non era solo la pietà per i trapassati, era molto di più perché anche allora si credeva che potessero avere una grande influenza sulle vicende dei viventi.
In Madagascar tutti credono nell’esistenza dell’unico dio Zanahary o Andriamanita (Sweet Lord) anche se sembra che la metà della popolazione sia cristiano, cattolica o protestante oltre ad una minoranza evangelica e un’altra musulmana. Comunque tutta la popolazione è ancora credente nelle tradizioni antiche ed in particolare le grandi tribù Merina e Betsileo osservano solo le prescrizioni antiche. Di solito, i cristiani che intendono praticare un famadihana, riesumazione e risepoltura di un familiare, invitano alla loro cerimonia anche un sacerdote della propria confessione.
II propri defunti, se sono stati probi in vita, non devono aspettare che un’istituzione umana istruisca un processo di canonizzazione per renderli Razana, cioè santi. I Razana, sono i defunti che hanno condotto una vita onesta e solidale col prossimo e al trapasso diventano automaticamente gli intermediari con Zanahary e possono intercedere presso di Lui per le necessità dei propri familiari.
Sin da tempi remoti i Razana hanno prescritto i Fady cioè quegli usi e costumi che influiscono in modo significativo sui comportamenti e sulle condizioni di vita di tutti i giorni dei malgasci. Si tratta di veri e propri tabu che per i trasgressori possono comportare sanzioni molto severe come nel caso della divulgazione delle proprie tradizioni e liturgie. Queste devono rimanere rigorosamente segrete nell’ambito della tribù di appartenenza, nulla può essere rivelato alle altre tribù e i segreti vengono trasmessi e insegnati dagli Ombyasi ai capi famiglia della stessa comunità e quindi dai genitori ai figli solo oralmente. Quindi qui la memoria è uno strumento fondamentale di potere e potenza che si esprime con “parola”. Nella tradizione orale della trasmissione delle formule magiche e delle liturgie che vengono ripetute e re-intrepretate si formano e condizionano la cultura e i comportamenti degli appartenenti all’etnia in modo esclusivo.
Ombiasy, "Olona be Hasina”, persona di grande virtù, è l’anziano del villaggio, uno sciamano con diversi ruoli tutti molto importanti per la comunità e per questo motivo è anche influente politicamente nel Parlamento dell’attuale Repubblica Semi-Presidenziale del Madagascar. E’ un guaritore che conosce le proprietà delle piante officinali e mettendosi in contatto con i Razana riesce a prescrivere la terapia giusta per i pazienti che si rivolgono a lui. I medicinali allopatici sono molto cari, si trovano solo nelle farmacie delle grandi città e pochissima gente può permettersi di acquistarli. Ombiasy è anche l’astrologo che viene consultato per i matrimoni, le nascite, i nomi delle persone, dove posizionare e costruire la capanna, fare le previsioni per una partenza, per un viaggio o una delle tante scelte importanti che si devono fare nella vita.
I defunti propri e altrui devono essere onorati e rispettati altrimenti si può incorrere in un Fady molto spiacevole . … penso a un automobilista romano che vuol fare i complimenti ad un altro che gli ha fatto uno sgarbo … si affaccia con eleganza dal finestrino della propria vettura, come avviene normalmente da noi e strilla …. “Ma li mortacci tuaaaa” … Da noi ci facciamo una risata mentre in questo paese si rischierebbe una reazione terribile, una sanzione severa o addirittura la vita…. Quindi, attenzione romani, se andate in Madagascar, misurate il linguaggio e fate attenzione alle espressioni colorite!!!
Come i Lari della Roma antica, gli spiriti dei trapassati sono i protettori della famiglia. In molti casi i defunti stessi sono considerati una divinità “ritornata” in terra perciò vengono onorati e celebrati periodicamente come noi facciamo con i nostri santi ovviamente con le liturgie che rispettano le loro credenze e tradizioni.
Coloro che non si sono comportati bene in vita hanno diritto ad un funerale semplice ma poi saranno abbandonati per sempre. Gli altri verranno onorati periodicamente con il famadihana, la cerimonia di riesumazione e pulizia delle ossa, con modalità e frequenza diversa; alcune etnie osservano questa prescrizione una sola volta nella vita, in altre ogni 5 anni e in altre ancora ogni 7 anni.
Sembra che per gli stranieri sia un grande onore essere invitati a partecipare a un famadihana che è una vera e propria festa collettiva e molto gioiosa che si tiene con maggiore osservanza negli altipiani del paese e alla quale partecipano anche tutti i parenti e gli amici che non hanno potuto essere presenti al funerale.
Il primo giorno della ricorrenza viene sacrificato uno zebu che viene cucinato e mangiato con del Vary, riso, per concludere con Coba Ravina, torta di farina di riso, zucchero e arachidi e si beve molto Tuaka Gasy, un distillato simile al rhum oltre al vero e proprio rhum locale, vino ed altre bevande.
Il secondo giorno vengono aperte le tombe e tra l’eccitazione generale, i familiari, dopo aver tolto le lambamena, le pezze di seta del sudario, si mettono i resti del riesumato sulle ginocchia, piangono, ridono, lo tengono tra le braccia con molta tenerezza come fosse un neonato, gli parlano e gli chiedono consigli e protezione. Alla sera avvolgono i resti con nuovi veli di seta grezza prodotta localmente. La seta è molto cara e la cerimonia è molto dispendiosa ma tutti sono pronti ad indebitarsi pur di poterla osservare.
Molti turisti che ignorano questa tradizione comperano volentieri i lambamena di seta per farne tovaglie o coperte senza sapere che sono stati poste in vendita perchè sono già stati usati e stagionati in qualche tomba. Coperte e tovaglie con BRRRRRRivido assicurato perché si dice che esse trattengano le ultime emozioni negative del defunto !!!!
Questo rito così macabro in fondo non è più sconcertante del tragico mito e tradizione che osservavano romani per onorare la dea Tacita durante il feralia come descritto nei Fasti Ovidio.
Il piccolo parco privato di Anja è gestito da una cooperativa di 28 degli abitanti della zona che si trova al centro dell’isola e merita sicuramente una visita per la sua flora, fauna e panorama mozzafiato. Il parco si trova ai piedi di Landrambaky, un gruppo massiccio di tre colline di granito simile al ghiandone di Sardegna, sono chiamate i TRE FRATELLI, qualcuno le chiama le tre sorelle. Queste sono considerate sacre e sono un santuario con grotte dove vengono sepolti i defunti importanti per evitare che le loro spoglie vengano rubate. Qui la tradizione prevede un solo famadihana in quanto i resti, dopo la riesumazione e purificazione, vengono faticosamente trasportati a mano in una grotta elevata della montagna e tumulati con dei massi che non saranno più rimossi.
Per i malgasci, la tomba è la principale via di relazione tra i vivi e i Razana e il luogo di sepoltura, Tanindrazana, è il loro luogo sacro più importante.
La regina Ranavalona I, rinominata Bloody Mary ha tenuto il Madagascar nel terrore per 33 anni fino al 1861. Fece assassinare il marito per prendere il potere, fece perseguitare i cristiani con esecuzioni orribili e feroci, fece uccidere tutti i bambini nati nei giorni “sfortunati”. Nel 1863 dopo due anni di regno Radana II fu assassinato e Rasoherina, sua moglie divenne la seconda delle quattro regine che hanno governato il paese e le fu imposta la libertà di culto che con alterne vicende viene rispettata anche oggi.
Sembra che attualmente non ci sia alcun conflitto di carattere religioso ne alcuna forma di proselitismo quindi ciascuno è veramente libero di pregare o meno in ciò che crede e questo è giustissimo. Non ci sono discriminazioni per coloro che hanno orientamenti liberi e diversi e questo mi ricorda il pensiero di una grande donna di scienza italiana che ha detto …. “Non è necessario avere una religione per avere una morale perché se non si riesce a distinguere il bene dal male ciò che manca è la sensibilità e non la religione”..
Monique è una donna fortunata perché è fertile……………… Segue Quinta SCINTILLA


Abitante di Anja Park
Ultimo aggiornamento
11:05 25/05/2020
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

statistiche

totale visite
535626

utenti online
2


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Idee e Viaggi e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione è necessario effettuare la registrazione al sito www.ideeeviaggi.it. Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti, iniziative e promozioni del sito Idee e Viaggi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@ideeeviaggi.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/navig/jsp/index.jsp ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è IdeeeViaggi
Via Campo di Marte 5 - Firenze (50137 (FI))
P.I. 03840680486
Tel. 05565560
torna indietro leggi Privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account