29 Maggio 2020

India, Tamil Nadu, 1996

05-07-2019 11:09 - Ricordi e racconti di viaggio
Avevo 19 anni, era il viaggio della maturità, due ragazze e il sud dell'India.
La scelta era caduta sul Tamil Nadu perché una conoscente francese di mia madre si era trasferita laggiù per amore di un'indiano, Raj.
Un viaggio che non dimenticherò mai, per tante ragioni. Non ho ancora avuto il coraggio di tornare in quei luoghi e ora, a 22 anni di distanza, credo che non vorrò più tornarci, per la paura di trovarli troppo diversi dai miei ricordi.
Siamo partite da Bologna per raggiungere Madras, capoluogo del Tamil Nadu, lo stato più a sud dell'India, facemmo scalo a Francoforte, dove dovevamo cambiare aereo. Fu una sfida riuscire a individuare il gate, ma ci riuscimmo.
Arrivammo a Madras in tarda serata e appena scese dall'aereo ci investì una folata di aria calda e maleodorante. Credo di non aver più respirato nell'aria quel particolare odore, l'odore del sud dell'india in quel lontano 1996, un misto di letame, smog, fiori e frutta fermentata, odore dolciastro di latte, riso, polvere e spezie con una base persistente e onnipresente di stallatico, presente ovunque anche sotto forma di combustibile. Ci vennero a prendere con una specie di taxi che impiegò quasi tre ore a percorrere i cinquanta chilometri di strada bianca per arrivare a Mamallapuram, incantevole villaggio sull'oceano. Ci sistemarono nella depandance in affitto di una casa privata, nel villaggio: dopo l'albergo a quattro stelle che non potevamo permetterci, era una delle migliori sistemazioni ma ovviamente non c'era né doccia né lavandino ma un rubinetto e una caraffa da usare per lavarsi. Eccezionalmente c'era una specie di water, una versione un po' più evoluta del buco per terra. Fu divertente lavarsi, c'erano 40 gradi per cui andava bene. La mattina dopo, al risveglio, ci rendemmo conto di come si viveva in un piccolo villaggio del sud dell'India, seppure moderatamente turistico data la presenza di bellissimi templi induisti: nessun abitante del luogo aveva le scarpe, tutti camminavano scalzi schivando le cacche che magrissime mucche vaganti lasciavano ovunque. C'erano scimmie urlanti e velocissime che facevano incursioni ovunque rubando tutto ciò che trovavano e che venivano cacciate a sassate. E poi i sari, gli abiti più belli del mondo: donne dalla pelle scurissima e con i piedi nudi indossavano sari di seta dai colori accesi decorati da perline. Mi sembravano tutte delle principesse scalze. Ma l'impatto più forte per noi fu la grande quantità di mendicanti, molti dei quali lebbrosi o mutilati che ti si buttavano addosso toccandoti, così come si veniva continuamente toccati dai bambini, un numero enorme di bambini che affollavano le strade sempre in compagnia unicamente gli uni degli altri, senza adulti a sorvegliarli come accade da noi.
Di quel viaggio ricordo odori e sapori che so di non aver mai più sentito, come il sapore delle piccole banane che venivano appese a caschi ancora verdi fuori dai chioschi la sera e che erano già gialle e dolcissime la mattina. Ricordo le fermate degli autobus che usavamo per spostarci, luoghi di mercato dove si urlava e non di rado si assisteva a scene inquietanti, come quando vidi due donne strapparsi di mano un neonato urlando come pazze. Eravamo due ingenue diciannovenni di città spaventate da quello che vedevamo. Quando assistemmo allo spettacolo itinerante di un uomo che si fustigava a sangue e poi montava una scala dalla quale faceva precipitare la figlia di circa due anni per afferrarla solo a pochi centimetri da terra scoppiammo a piangere gridando che volevamo tornare a casa, e la scena ci turbò a tal punto che credo che nessuna di noi dimenticherà mai il viso di quella bambina. Come non dimenticheremo mai il dimenarsi a tratti osceno di una donna che cadde in trance sotto i nostri occhi durante una processione religiosa che stavamo guardando affacciate alla finestra senza vetri del nostro alloggio. I luoghi turistici del villaggio di Mamallapuram erano isolati dal resto del villaggio e solo lì o sulla lunga spiaggia sabbiosa si potevano incontrare turisti come noi, il resto del villaggio e dei villaggi vicini, pieni di coloratissimi e luccicanti templi era popolato solo da abitanti del luogo scalzi, bambini , mendicanti e sadhu (asceti induisti dalle lunghissime barbe) seminudi. Tutti erano molto gentili ma anche insistenti e così diversi dalle persone che avevamo visto fino a quel momento che ci spaventavano anche.
La nostra conoscente ci portò a visitare un orfanatrofio e dopo quella visita, quando ci dissero che tutti quei bambini, in maggioranza femmine, intorno ai 16 anni sarebbero finiti su una strada, piangemmo. Io fantasticavo di portarmi in Italia una bambina di neanche tre anni ma seppi che l'orfanatrofio era gestito da un pastore protestante (vero o presunto) che raccoglieva fondi per mantenere gli orfani (almeno così diceva) ma non voleva che venissero adottati, e appena questi crescevano, li lasciava andare per prendere bambini più piccoli. C'era qualcosa in questo sistema che già allora mi lasciava perplessa.
Dimagrimmo 6 kg e il fisico si abituò piano piano al nuovo clima e al nuovo regime alimentare prettamente vegetariano della zona. Quando tornai a casa e mangiai le tagliatelle al ragù di mia madre stetti malissimo e per una settimana bruciai di febbre, poi il mio corpo tornò ad abituarsi all'occidente ma quel viaggio mi cambiò, mi insegnò che il mondo non era affatto un grande villaggio turistico e mi fece capire cosa significa davvero viaggiare.

Spiaggia di Mamallapuram
Ultimo aggiornamento
12:28 27/05/2020
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

statistiche

totale visite
536436

utenti online
0


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Idee e Viaggi e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione è necessario effettuare la registrazione al sito www.ideeeviaggi.it. Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti, iniziative e promozioni del sito Idee e Viaggi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@ideeeviaggi.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/navig/jsp/index.jsp ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è IdeeeViaggi
Via Campo di Marte 5 - Firenze (50137 (FI))
P.I. 03840680486
Tel. 05565560
torna indietro leggi Privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account