06 Agosto 2020
Proposte
percorso: Home > Proposte > Vacanze

Città svizzere: l’Arte di vivere.

Vacanze
valido dal 18-03-2016 fino al 30-10-2016
Svizzera
Raccolte, a misura d’uomo e immerse nella natura: le 22 città svizzere si distinguono per la qualità della vita e per la ricchezza di proposte culturali e ricreative. La Svizzera non è solo paesaggi incontaminati ma cela un tesoro artistico e culturale ancora poco noto ai non addetti ai lavori. Con 980 musei, vanta la più alta densità di musei al mondo. Stabilità politica, neutralità, agevolazioni fiscali e segreto bancario: sono questi i fattori che hanno contribuito alla creazione di collezioni private e al fenomeno del mecenatismo che ha permesso l’apertura di musei su tutto il territorio. Dal 2016 è stata costituita l’associazione Art Museums of Switzerland (AMOS) per promuovere all’estero i principali musei d’arte.

Musei ad alta densità.

Basilea è considerata la capitale culturale della Svizzera con 40 musei in 37 km2 - fra cui spiccano la Fondazione Beyeler, lo Schaulager, il Museo Jean Tinguely e il Vitra Design Museum. Ogni anno diventa la mecca dell’arte contemporanea con Art Basel. Ma tutte le città condividono la stessa passione per l’arte e per la cultura. All’avanguardia negli stili architettonici e nei contenuti, l’offerta museale svizzera spazia dall’arte contemporanea alla scienza, dai trasporti all’orologeria con una vivacità di proposte e una ricerca inesauribile.
Tra le città più importanti per il commercio di opere d’arte, Zurigo vanta oltre 50 musei e più di 100 gallerie. Dalla casa natale del Dadaismo, passando dalla più grande collezione di storia della cultura svizzera, fino ad arrivare all’ultima opera di Le Corbusier, Zurigo propone innumerevoli high-light artistici. Vale una visita la collezione permanente del Kunsthaus con sculture e tavole pittoriche dal Medioevo all’espressionismo. Al Museo Rietberg sono esposti, invece, i capolavori dell’arte extraeuropea.
L’avanguardia è di scena a Lucerna che stupisce per la sua vivacità culturale. Punta di diamante è il futuristico Centro d’arte e congressi (KKL), progettato da Jean Nouvel, che ospita manifestazioni di richiamo internazionale come il Lucerne Festival. Alla Collezione Rosengart si possono ammirare opere di Pablo Picasso, di Paul Klee e di esponenti dell’impressionismo.
Con circa 4’000 opere, il Centro Paul Klee di Berna – visionario edificio a forma d’onda realizzato da Renzo Piano - ospita la più completa collezione a livello mondiale del pittore svizzero. Sempre a Berna, presso il Museo Storico, si può ammirare la sezione dedicata ad Albert Einstein che illustra il percorso umano e professionale dello scienziato con l’ausilio dell’audiovisivo e dell’interattività.
A Friburgo, tra i luoghi frequentati dagli appassionati di arte, figura l’Espace Jean Tinguely & Niki de Saint Phalle ricavato in un vecchio deposito di tram. La collezione di automi del XVIII di Jacquet-Droz - famosa in tutto il mondo - è esposta al Museo dell´Arte e della Storia di Neuchâtel.
A Ginevra in mezzo al Rodano “galleggia" l´imponente centro culturale Forces Motrices, ex centrale idroelettrica che ospita un teatro, spazi per l´opera e per le esposizioni che possono accogliere fino a 950 visitatori. Il Museo Martin Bodmer, realizzato da Mario Botta, espone 150´000 pezzi in 80 lingue, distribuiti su un arco temporale di tre millenni. Il manoscritto più antico del Vangelo di Giovanni, l´originale delle Favole dei Grimm, l´unica Bibbia di Gutenberg della Svizzera, gli autografi di un quintetto per archi di Mozart o l´unica copia di una commedia, quasi completamente conservata, del poeta ateniese Menandro sono solo alcune delle rarità della vasta raccolta del fondatore Martin Bodmer.

Paradiso del mecenatismo.
Il popolo dei collezionisti è molto eterogeneo. Sono uomini della finanza, aziende, semplici appassionati o celebrità. Secondo una stima di Artprice, 13 dei 200 collezionisti più ricchi e influenti del mondo vivono in Svizzera. Il collezionismo non è relegato alla sfera privata ma ha plasmato in modo visibile alcune città svizzere. Emblematico è il caso di tre figure chiave per Basilea, per Lucerna e per Winterthur.
Ernst Beyeler, mercante d’arte di Basilea deceduto nel 2010, cominciò ad accumulare nella sua galleria le opere di cui non riusciva a separarsi, specialmente di Picasso e degli impressionisti. Sarà proprio questa sua passione a determinare la sua fortuna. Si narra che, contro ogni logica commerciale, abbia rifiutato di vendere al Barone Thyssen il trittico Nymphéas di Monet – oggi una delle attrazioni principali della Fondazione Beyeler – perché era uno dei quadri preferiti dalla moglie. Nel 1997, insieme alla moglie Hildy, inaugura a Riehen la Fondazione nello splendido edificio progettato da Renzo Piano. Con una media di 300´000 – 400´000 visitatori annui, è uno dei musei più visitati e più prestigiosi: della collezione permanente fanno parte capolavori del tardo impressionismo, del cubismo e del surrealismo. Ernst Beyeler è, inoltre, tra i co-fondatori di Art Basel, la fiera più importante per l’arte contemporanea.
Angela Rosengart ha aperto nel 2012 a Lucerna la Collezione Rosengart che espone opere di Klee, Picasso, Monet, Chagall appartenute alla sua famiglia. La sua idea è stata quella di rendere accessibile le 220 opere che lei e il padre, Siegfrid, hanno selezionato con cura instaurando un rapporto di amicizia con gli artisti. Ancora oggi si può ammirare un ritratto di Angela realizzato da Pablo Picasso quando era ragazza. La Collezione è ospitata nella ex filiale della Banca Nazionale Svizzera, edificio in stile neoclassico degli anni ’20, a pochi passi dalla stazione. Gli interni sono stati riprogettati dall’architetto svizzero Roger Diener, curatore di molti musei e gallerie d´arte, tra cui la Galleria Nazionale d´Arte Moderna di Roma. Della Collezione fanno parte 125 Klee e una cinquantina di Picasso.
Winterthur deve molto all’imprenditore del cotone e mecenate Oskar Reinhart, nato in questa cittadina industriale nel 1885. Si può avere un assaggio della sua variegata collezione in due spazi espositivi: la Collezione “Am Römerholz", sua residenza donata alla Confederazione svizzera, e il Museo Oskar Reinhart. La Am Römerholz espone Holbein, Poussin, Delacroix e opere di pittori francesi del XIX secolo, fra cui Corot, mentre il Museo - all’interno dell’ex ginnasio - è dedicato all’arte svizzera, austriaca e tedesca del XVIII e XX secolo.

Città in continua trasformazione.
Pulsanti città si adagiano ai piedi di monti e colline, edifici all’avanguardia sorgono accanto a palazzi di origine medievale, l’intervento umano si confronta con le bellezze naturalistiche. L’incrocio di antico e moderno, di tradizione e innovazione, di natura e cultura genera quella poetica energia che contraddistingue i piccoli e i grandi centri urbani svizzeri, l’industriale Winthertur così come la mediterranea Lugano.
Nella Svizzera orientale la magnificenza barocca del Monastero e della Biblioteca di San Gallo è sfidata dalle opere visionarie di Santiago Calatrava, Herzog & de Meuron e Heinz Tesar che, in una continuità territoriale inaspettata, riconducono gli abitanti e i visitatori alla contemporaneità. San Gallo è teatro di un’altra curiosa sperimentazione. L’architetto Carlos Martinez e l’artista Pipilotti Rist hanno ricoperto nel 2005 con un tappeto rosso strade, panchine, ponti dando vita allo Stadtlounge. Un salotto all’aperto per ritrovarsi o semplicemente sostare in un ambiente surreale, quasi irriverente.
Zurigo non cessa di rinnovarsi. Ultimo nato (a febbraio 2016) è il Museo FIFA ma la lista di aperture e di progetti sarebbe lunga. Nell’ex birrificio Löwenbräu - nell’effervescente quartiere di Zurich West - è nato nel 2012 un nuovo polo museale che ospita la Kunsthalle, il Museo Migros di arte contemporanea e innumerevoli gallerie. Il Museum für Gestaltung (Museo del Design) da settembre 2014 ha una nuova casa nella fabbrica dove un tempo si producevano gli yogurt Toni mentre l’edificio principale riaprirà nel 2017 completamente rinnovato. Questo museo è la più importante istituzione svizzera dedicata al design e alla grafica con 500´000 pezzi sapientemente archiviati fin dal 1875.
Grande attesa per la riapertura del Kunstmuseum di Basilea, fissata il 17-18 aprile 2016, che avrà una nuova ala collegata al vecchio edificio tramite passaggio sotterraneo. Più spazio quindi alla ricca collezione permanente che vanta opere di Konrad Witz, Hans Holbein il Giovane e Arnold Böcklin per citarne alcuni. Largo ai nativi digitali presso l´istituto Haus der elektronischen Künste (HEK), sorto in un ex deposito doganale nell’area emergente di Dreispiz: questo centro, aperto nel novembre 2014, riflette sull’uso della tecnologia nell’arte. Mostre, workshop e festival di musica elettronica offrono una chiave di lettura della nuova arte digitale.
Da città industriale a città giardino e centro della fotografia: è questa in sintesi l’evoluzione di Winterthur. Interessante da visitare è la Sulzer Areal dove un tempo si producevano treni. Dopo un periodo di abbandono è tornato ad essere un quartiere animato e di tendenza con appartamenti, laboratori d’arte, il cinema Cameo e un ostello della gioventù con arredi design, il Depot 195. Originale è anche il Bistrot Les Wagons all’interno di 3 vagoni d’epoca della ferrovia Zurich Uetliberg, aperto nel novembre 2015.
La voglia di stupire e la ricerca degli opposti appartiene anche alla parte romanda. A Losanna, elegante città universitaria affacciata sul Lago di Ginevra, il quartiere simbolo della rinascita architettonica è il Flon, un progetto di riqualificazione urbana che ha ridisegnato la zona industriale tra il 1998 e il 2008. Vecchi depositi si sono trasformati in gallerie d’arte, in negozi e in locali dove ci si incontra e ci si diverte fino a notte fonda. La facciata dell’ex fabbrica di specchi, la Miroiterie, sembra riprodurre un gigantesco cuscino di luce. La scultura realizzata con 20’000 placche metalliche tintinna a pochi metri da dove sorge la cattedrale tardo-gotica di Notre-dame e si sviluppa la labirintica città vecchia. Dal 2010 c’è un altro punto di incontro dal volto avveniristico: il Rolex Learning Center, ideato dallo studio di architettura giapponese SANAA che si è aggiudicato il Premio Pritzker. Dall’alto sembra una gigantesca forma di Emmentaler per via della struttura “a buchi”. Sorge nell’area dell’EPFL (École polytechnique fédérale de Lausanne) e ospita una biblioteca scientifica, sale lettura, bar e ristoranti.
Il New York Times ha definito il Quartier des Bains come la “piccola Soho di Ginevra” per l’atmosfera creativa che qui si respira. Situato nella parte sud di Ginevra ospita gallerie, il Mamco (Museo d’Arte Contemporanea), il CAC (Centro d’Arte Contemporanea) e il MEG (Museo Etnografico). Tre volte all’anno, in occasione delle Nuits des Bains – equivalente delle “notti bianche” -, si trasforma in una galleria a cielo aperto tra le 18 e il 21 richiamando folle di ginevrini e turisti.

Gli Art Museums of Switzerland (AMOS).
La neonata associazione, attiva dal 2016, raggruppa gli 11 principali musei svizzeri d’arte moderna e contemporanea.
• A Basilea: Fondazione Beyeler, Museum Tinguely e Kunstmuseum.
• A Berna: Centro Paul Klee e Kunstmuseum.
• A Ginevra: il Musée d´art et d´histoire e il Mamco (Museo d’arte contemporanea).
• A Losanna: Musée de l´Elysée.
• A Lugano: LAC Lugano.
• A Zurigo: Kunsthaus e Museo für Gestaltung.

Eventi ed esposizioni per chi ama l’arte in tutte le sue espressioni.
Basilea
Fondation Beyeler: Jean Dubuffet – Metamorfosi del paesaggio (fino al 08/05/2016).
Fondation Beyeler: Alexander Calder e Fischli/Weiss (29/05/2016 – 04/09/2016).
Fondation Beyeler: Kandinsky, Marc & Der Blaue Reiter (04/09/2016 – 15/01/2017).
Kunstmuseum: Sculpture on the Move 1946–2016 (19/04/2016 – 18/09/2016). L’esposizione speciale per l’inaugurazione della nuova ala illustra evoluzione della scultura dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi.
Museo Tinguely: Prière de toucher (fino al 16/05/2016).
Museo Tinguely: Michael Landy. Out of order (08/06/206 – 25/09/2016).
Vitra Design Museum: Alexander Girard. A Designer`s Universe (fino al 29/01/2017).
Berna
Kunstmuseum e Zentrum Paul Klee: Chinese Whispers. Uno spaccato della Cina moderna con 150 opere provenienti dal collezionista svizzero Uli Sigg vengono presentate in un’esposizione comune prima di venire donate a Hong Kong (fino al 19 giugno 2016).
Ginevra
Museo d’arte contemporanea (MAMCO): Marnie Weber, Once Upon a Time in Forevermore. Artista californiana eclettica che combina scultura, musica e live performance (fino all’1 maggio 2016).
LES NUITS DES BAINS, le notti bianche dei musei e delle gallerie d’arte contemporanea del Quartier des Bains (17 marzo, 19 maggio e 15 settembre 2016). Per informazioni www.quartierdesbains.ch
Losanna
Musée de l’Elysée: Werner Bischof. Point de vue e helvetica. In occasione del centenario dalla sua nascita, due mostre celebrano il fotografo svizzero (fino al 1° maggio 2016).
Lucerna
Varie location: Fumetto Festival. Rassegna internazionale dedicata al Fumetto con la partecipazione, quest’anno, di Lorenzo Mattotti (dal 16 al 24 aprile 2016).
Lugano
Museo d’Arte della Svizzera Italiana (MASI) - LAC Lugano: Markus Raetz. Artista bernese che ha realizzato l´installazione "Chambre de lecture", composta da 432 profili in filo di ferro modellati e sospesi ordinatamente davanti alle pareti di una stanza (fino al 1° maggio 2016).
Museo d’Arte della Svizzera Italiana (MASI) - LAC Lugano: Aleksandr Rodčenko. In mostra 300 opere dell’esponente dell’avanguardia russa che rivoluzionò il mondo della grafica, del design, della fotografia (fino all’8 maggio 2016).
Museo d’Arte della Svizzera Italiana (MASI) - LAC Lugano: Press Art. Opere dalla Collezione Annette e Peter Nobel (28/05/2016 – 14/08/2016).
Zurigo
Kunsthaus Zürich: Dadaglobe Reconstructed (fino al 1° maggio 2016).
Haus Kontruktiv: Dada Anders: Sophie Taeuber-Arp, Hannah Höch, Baroness Elsa von FreytagLoringhoven, Sadie Murdoch, Ulla von Brandenburg (fino all’8 maggio 2016).
Museo Rietberg: Dada Afrika (fino al 17 luglio 2016).
Winterthur
Fotomuseum: TOTAL RECORDS, le copertine di album pop e rock realizzate dai grandi maestri della fotografia (fino al 16 maggio 2016).
Kunstmuseum: Hans Harp (fino al 22 maggio 2016).

La Svizzera in treno.
Con lo Swiss Travel Pass cultura a portata di mano.
Lo Swiss Travel System, unione di diverse società di trasporti e gamma di biglietti in un’unica soluzione, offre ai viaggiatori di tutto il mondo la possibilità di usufruire dell’intera rete svizzera dei trasporti pubblici con un solo biglietto. Con lo Swiss Travel System, chi si reca in Svizzera ha a sua disposizione circa 26.000 chilometri di tratte fra treni, autobus e battelli.
Con lo Swiss Travel Pass è possibile viaggiare gratuitamente per 4, 8, 15, 22 giorni o 1 mese e approfittare del 50 percento di sconto sulla maggior parte delle ferrovie di montagna e degli impianti di risalita, così come dell’ingresso gratuito in 490 musei. Comprese nel prezzo sono anche le famosissime tratte panoramiche come Glacier Express, Bernina Express e GoldenPass Line, nonché i mezzi pubblici in 75 città elvetiche, i laghi più belli e molto altro ancora.

Tariffe Mini e Smart: il valore di pensarci prima.
Prenotando un biglietto Eurocity per la Svizzera fino a 21 giorni prima della partenza, si può approfittare delle imbattibili tariffe Mini, grazie alle quali è possibile viaggiare da Milano a Lugano, Lucerna o Zurigo a partire da soli 9 euro in seconda classe. Per i viaggi da Milano a Ginevra, Berna o Basilea il prezzo è a partire da 19 euro in seconda classe.
Per prenotazioni fino a 14 giorni prima della partenza, sono inoltre disponibili le tariffe Smart. I prezzi, a partire da 19 euro in seconda classe, variano a seconda della destinazione scelta.Sia le tariffe Mini che le Smart sono anche disponibili in prima classe, con prezzi, variabili a seconda dell’offerta e della destinazione, già a partire da 39 euro. Questo permette di combinare la piacevolezza del viaggio in prima classe con la convenienza dei prezzi scontati.


Ultimo aggiornamento
17:29 31/07/2020
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

statistiche

totale visite
565908

utenti online
0


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Idee e Viaggi e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione è necessario effettuare la registrazione al sito www.ideeeviaggi.it. Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti, iniziative e promozioni del sito Idee e Viaggi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@ideeeviaggi.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/navig/jsp/index.jsp ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è IdeeeViaggi
Via Campo di Marte 5 - Firenze (50137 (FI))
P.I. 03840680486
Tel. 05565560
torna indietro leggi Privacy  obbligatorio